Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14298 - pubb. 01/03/2016

Fallimento, privilegio generale ex art. 9 comma 5 D.Lgs. 123/98 e risoluzione del contratto di finanziamento ex art. 1456 c.c.

Tribunale Roma, 29 Dicembre 2015. Est. Vannucci.


Fallimento - Privilegio generale ex art. 9 comma 5 D.Lgs. 123/98 - Risoluzione del contratto di finanziamento ex art. 1456 c.c. - Spetta il privilegio anche in ipotesi di risoluzione del contratto di finanziamento ex art. 1456 c.c.



Il credito da restituzione vantato dalla Simest Spa quale soggetto gestore del Fondo Rotativo pubblico istituito ex art. 2 Legge 394/81 è assistito dal privilegio generale di cui all'art. 9 comma 5 del d.lgs. 123/98. (Gianluigi Iannetti) (riproduzione riservata)

Il credito da restituzione del finanziamento di natura pubblicistica concesso all'impresa beneficiaria a valere su Fondo Rotativo Pubblico, tramite un soggetto terzo abilitato, gode del privilegio generale previsto dall'art. 9 comma 5 del D.Lgs. 123/98, anche in ipotesi di risoluzione ex art. 1456 c.c. del contratto di finanziamento. (Gianluigi Iannetti) (riproduzione riservata)

Il credito da restituzione relativo al finanziamento agevolato concesso dalla Pubblica Amministrazione, anche attraverso soggetti terzi, gode del privilegio generale previsto dal comma 5 dell’art. 9 D.Lgs.123/98 sia in caso di risoluzione di diritto dal contratto medesimo verificatasi ex art. 1456 cc che in caso di revoca del finanziamento in considerazione della natura sostanzialmente equivalente del credito da restituzione. (Gianluigi Iannetti) (riproduzione riservata)

La causa fondate la causa del privilegio generale in ipotesi di interventi di sostegno pubblico per lo sviluppo di attività produttive revocati e/o risolti di diritto è  quella della restituzione allo Stato del denaro che tramite soggetti abilitati viene dato agli imprenditori per finalità pubbliche precisate nello stesso d. Lgs. 123/98. (Gianluigi Iannetti) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Gianluigi Iannetti


Il testo integrale