Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26354 - pubb. 04/01/2022

Gli obblighi di celerizzazione processuale e della Convenzione EDU nel giudizio previdenziale-assistenziale. Sindrome da Long Covid contratta durante il processo

Cassazione civile, sez. VI, 30 Novembre 2021, n. 37500. Pres. Leone. Est. Buffa.


Giudizio previdenziale-assistenziale-obbligatorio per invalidità pensionabile e civile – Accertamento tecnico preventivo obbligatorio ex art. 445 bis c.p.c. – Possibilità di modifica della domanda di accertamento per i fatti sanitari sopravvenuti al deposito del ricorso – Obbligo per il giudice di valutare gli aggravamenti e nuove patologie in entrambe le fasi del giudizio – Applicabilità all’A.T.P.O. dell’art. 149 disp. att. c.p.c. – Sussiste



Nei giudizi previdenziali e assistenziali di accertamento tecnico preventivo obbligatorio ex art. 445 bis c.p.c. si applica l’art. 149 disp. att. c.p.c. con l’obbligo per il giudice di valutazione degli aggravamenti e/o delle nuove patologie sopravvenuti anche in corso di causa in entrambe le fasi. (Massimo Mazzucchiello) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Massimo Mazzucchiello



Il testo integrale