Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9332 - pubb. 24/07/2013

Modalità di notificazione al destinatario militare in attività di servizio; opposizione tardiva a decreto ingiuntivo e contestazioni sulla pretesa creditoria

Tribunale Roma, 10 Luglio 2013. Est. Falabella.


Decreto ingiuntivo – Notifica a militare in servizio – Ex art. 143 c.p.c. – Nullità per violazione dell’art. 146 c.p.c..

Decreto ingiuntivo – Opposizione tardiva – Oggetto.



Quando la notificazione al destinatario militare in attività di servizio non è eseguita a mani proprie, è necessario, ai sensi dell’art. 146 c.p.c., che si proceda alla consegna di una copia dell’atto al p.m. che ne cura l’invio al comandante del corpo al quale il militare appartiene, con l’osservanza delle modalità stabilite nell’art. 49 disp. att. c.p.c. e il difetto di tale adempimento comporta la nullità della notificazione. (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)

L’opposizione tardiva al decreto ingiuntivo, prevista dall’art. 650 c.p.c. in caso di irregolarità della sua notificazione, non può esaurirsi in una denuncia di tale irregolarità, perché siffatta denuncia, ove non sia accompagnata da contestazioni sulla pretesa creditoria, e non sia quindi indirizzata all’apertura del giudizio di merito (nonostante il decorso del termine all’uopo fissato), non è atta ad alcun risultato utile per l’opponente, nemmeno con riguardo alle spese della fase monitoria. (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Francesco Mainetti



Il testo integrale