Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 17799 - pubb. 02/08/2017

Proposizione di querela di falso incidentale. Proponibilità in qualsiasi stato e grado del giudizio

Tribunale Roma, 21 Luglio 2017. Est. Miriam Iappelli.


Proposizione di querela di falso incidentale – Proponibilità in qualsiasi stato e grado del giudizio – Necessità che la querela di falso incidentale sia proposta prima della rimessione della causa in decisione



Ai termini dell’art. 221, comma 1, c.p.c., la querela di falso può proporsi tanto in via principale quanto in corso di causa in qualunque stato e grado di giudizio, finché la verità del documento non sia stata accertata con sentenza passata in giudicato.
Tale previsione va intesa nel senso che la relativa istanza, in primo o in secondo grado, deve comunque intervenire prima della rimessione della causa in decisione, ossia entro l’udienza di precisazione delle conclusioni. (Alessandro Colavolpe) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Alessandro Colavolpe


Il testo integrale