Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21891 - pubb. 11/01/2019

Subingresso del curatore nei contratti di contratti di vendita o somministrazione

Cassazione civile, sez. I, 20 Febbraio 1988, n. 1765. Est. Senofonte.


Vendita - Non eseguita - Subingresso del curatore - Manifestazione positiva di volontà - Comportamento concludente - Idoneità



Con riguardo ai contratti di vendita o somministrazione stipulati dall'imprenditore "in bonis", il subingresso del curatore previsto dagli artt. 72 e 74 della legge fallimentare (ovvero del Commissario dell'amministrazione straordinaria, cui dette norme sono applicabili) richiede una manifestazione di volontà positiva, ma tale manifestazione non abbisogna di formule solenni, ne' comunque deve essere esplicita, potendo anche essere espressa tacitamente, attraverso un comportamento concludente. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato