Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23875 - pubb. 17/07/2020

Diritto di cronaca e diritto di critica nella diffamazione

Appello Roma, 24 Giugno 2020. Pres. Capizzi. Est. Lucia Fanti.


Diffamazione - Diritto di cronaca e diritto di critica - Fattispecie



Le dichiarazioni dell’ausiliario del pubblico ministero incaricato di effettuare intercettazioni telefoniche nell’ambito di un’inchiesta penale per tangenti, rese in interviste e in pubblici dibattiti, che con espressioni allusive e insinuanti fanno intendere che, contrariamente al vero, una persona (nella specie: un noto uomo politico) sia coinvolta come indagato in detta inchiesta non rientrano né nel diritto di cronaca né nel diritto di critica, ma hanno natura diffamatoria e sono fonte di responsabilità. (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Francesco Mainetti


Il testo integrale